il maiale al lago

il maiale guarda il lago trasimeno l’ultima volta prima di morire. forse lo sa che muore, nel momento in cui lo portano a vedere il lago per l’unica volta in vita sua. lo sa il maiale che è progettato per essere mangiato? no, non lo sa. e quando vede per l’unica volta il lago trasimeno, per lui è solo la prima.

poi è solo una fucilata e buio.

il ragazzo accanto a me in autobus oggi guardava e riguardava la foto di una ragazza nello schermo del suo telefonino, uno schermo grande pochi centimetri quadrati. mi sono girata verso di lui per vedere cosa stava continuando a pigiare, e lui ha sospirato, l’ha messo via. ma poi continuava a sospirare, riprendeva il telefono e riaccendeva il monitor. anche quando si è alzato ha continuato a farlo. pochi centimetri quadrati quando  magari avrebbe voluto una grandezza naturale e tre dimenssioni e odori, temperature, suoni e pressioni, ma lui sospirava e tormentava il telefono.

ho chiuso gli occhi e pensato che non lo faccio mai, e che il nuovo 13 è un bell’autobus.

il maiale se muore rilassato ha la carne più buona perché morbida, tenera, non tesa. questa cosa mi ha atterrito.

Annunci

One Comment to “il maiale al lago”

  1. Mi permetto di consigliarti la lettura di “Il maiale che cantava alla luna” di J.Masson.
    Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: