gennaio 15, 2015

il reggipetto

Rawaa arriva in aula smangiucchiando una mela. appena arrivano, sono tutti euforici: la scuola è finita, ora si polleggia. parlano veloci, a voce alta, gridano. mi si aggrumano vicino come atomelli eccitati e farneticano. tra saliva e occhiate distinguo: – e poi oggi mi sono messa per la prima volta il reggipetto, mi da un fastidio!  Continua a leggere

Annunci
luglio 31, 2014

cose per punti

ho scoperto che: Continua a leggere

giugno 10, 2014

adam

chiamato edem, perché in arabo la a vale e. *e già questo…

piccolo adam, piccolo fagotto dalla faccia rotonda e dura come un mattone, con la cassa toracica grande e tozza, sempre inchiodato sul tuo passeggino che puzza delle tue chiappe. Continua a leggere

giugno 8, 2014

segnali

bill watterson ritorna a disegnare.

giugno 8, 2014

Ladislas Starevich

questo tizio nasce esattamente cento anni prima di me, a mosca, ma da genitori polacchi. poi si trasferisce a parigi, e realizza le prime animazioni della storia del cinema. A 28 diventa direttore di un museo di storia naturale in lituania, vince la medaglia d’oro al festival internazionale di cinma di milano a 32 anni, sfugge alla rivoluzione russa, si trasferisce a parigi dove recupera il vecchio studio di melies, rifiuta hollywood e si mette a lavorare per conto suo con le figlie che l’aiutano. muore a 78 anni. da quando aveva 6 anni colleziona insetti, e ne usa anche come marionette protagoniste delle storie che si intenta. i film realizzati trasudano inquietudine e meraviglia, libertà di fantasia e possibilità imprevedibili. ora si sbava sopra le cose di tim burton, che non ha inventato un bel niente, e io qui resto ancora a bocca aperta dai brevi video che ho visto al CCCB ieri. nella mia repubblica ideale, a Ladislao non bisogna rompere il cazzo.

La vendetta del cameramen 1912 (millenovecentododici)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: